Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

Ad Aosta i canoni d'affitto sono aumentati del 2,8 per cento nell'ultimo anno

comunicato stampa

Secondo il "Rapporto sulle locazioni 2018" di "Solo Affitti", il trenta per cento va in affitto per lavoro ed i tempi sono più lunghi per trovare un immobile usato. Tra 2018 e 2017 il canone d'affitto medio delle abitazioni arredate ad Aosta è aumentato del 2,8 per cento e del 9,4 per cento quello dei negozi mentre risultano in calo (-1,4 per cento) i canoni delle abitazioni con garage. È quanto emerge dal "Rapporto 2018" di "Solo Affitti", rete immobiliare specializzata nella locazione con trecento agenzie, elaborato con il supporto scientifico di "Nomisma".

I canoni di locazione. Ad Aosta i canoni medi di locazione si attestano al di sotto della media nazionale per tutte le tipologie di abitazione, uffici o negozi. Tra le abitazioni sono quelle con un garage a registrare il canone medio più elevato di 501 euro mensili, seguite da quelle arredate (482 euro al mese di media) e dalle abitazioni non arredate (449 euro). L'esborso medio in Italia per le medesime tipologie di abitazione è rispettivamente di 610 euro mensili (con garage), 604 (arredate) e 536 (non arredate). Il "Rapporto sulle locazioni Solo Affitti" evidenzia che ad Aosta per un quadrilocale arredato si può spendere un massimo di 650 euro al mese e la presenza aggiuntiva di un garage fa aumentare il canone di 20 euro. Il canone di locazione medio per uffici ad Aosta è di 451 euro mensili e di 621 euro per i negozi.

Chi vive in affitto. Sono in particolare le coppie senza figli (40 per cento) che scelgono un'abitazione in affitto ad Aosta, seguite da coppie con figli (25 per cento degli inquilini aostani) e persone che vivono da sole (25 per cento). Meno utilizzato, rispetto ad altri capoluoghi, l'affitto in condivisione diffuso solo per il dieci per cento degli inquilini mentre la media nazionale si attesta al 14 per cento. "Solo Affitti" ha rilevato inoltre che gli inquilini sono quasi esclusivamente italiani (85 per cento contro una media nazionale del 69 per cento). Il dieci per cento di affittuari provengono da Paesi extracomunitari, meno della media nazionale (17,7 per cento), e una quota residuale del cinque per cento di inquilini sono di provenienza comunitaria (la media italiana si attesta al 12,5 per cento).

I contratti d'affitto più utilizzati. Dal "Rapporto sulle locazioni di Solo Affitti" emerge che ad Aosta la tipologia contrattuale più diffusa è quella del canone concordato (55 per cento), nelle diverse formule “3+2”, canone “concordato per studenti universitari” e “transitorio”. Una formula sempre più comune e utilizzata in molti capoluoghi italiani come Cagliari, Perugia o Roma dove il “concordato” è la formula contrattuale più utilizzata (rispettivamente 90 per cento, 92 per cento e 85,8 per cento del totale contratti).

Perché si va in affitto. Un terzo di chi va in affitto nel capoluogo valdostano lo fa per lavoro, un dato in linea con la media italiana, mentre solo il dieci per cento dei nuovi inquilini si sposta per motivi di studio, nove punti al di sotto del dato medio nazionale. Secondo il "Rapporto Solo Affitti" il 60 per cento degli inquilini aostani scelgono la propria abitazione affittata come abitazione principale. Un dato tra i più alti in Italia insieme ad Ancona, Campobasso, Napoli, Palermo, Potenza e Roma.

Quanto tempo per trovare casa. Aosta è uno dei capoluoghi di regione dove per trovare un'abitazione in affitto ci si impiega più tempo, specialmente se usata. Ci vogliono in media 2,3 mesi che possono arrivare a tre nelle zone di maggior pregio (1,9 la media nazionale). Più rapidi i tempi trovare le abitazioni nuove (un mese), mentre uffici e negozi con 7,5 e 7 mesi medi di ricerca superano i dati nazionali che si attestano rispettivamente a 6,8 e 5,5 mesi in media.

La permanenza nello stesso appartamento. Gli inquilini rimangono ad Aosta nella stessa abitazione mediamente per due anni, in linea con il dato nazionale, mentre la permanenza in affitto di uffici e negozi è ridotta rispetto allo standard italiano (rispettivamente 48 e 36 mesi ad Aosta contro i 53,9 e 49,8 mesi medi in Italia). Bari e Napoli, con 30 mesi ciascuna, sono i due capoluoghi di regione italiani che hanno fatto registrare la permanenza media più di un inquilino nella stessa abitazione, sei mesi in più rispetto al dato italiano.

timeline