Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

Alla Regione autonoma Valle d’Aosta assegnati dallo Stato 4 milioni 900 mila euro per ridurre i tempi di attesa

comunicato stampa

L’Assessore alla Sanità, Salute e Politiche sociali, Mauro Baccega, ha partecipato  mercoledì 31 luglio a Roma, alla riunione della Commissione Salute della Conferenza delle Regioni e delle Provincie autonome.

"Nella seduta – spiega l’Assessore Baccega – è stato formulato il parere positivo allo schema di decreto del Ministero della Salute concernente il riparto dei fondi stanziati dallo Stato per la riduzione dei tempi di attesa nell’erogazione delle prestazioni sanitarie. Lo schema di decreto è stato inoltre oggetto di intesa in Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato e le Regioni e Provincie Autonome nella seduta di  giovedì primo agosto".
"I fondi statali a disposizione delle regioni pari a un totale di 400 milioni – prosegue l’Assessore Baccega – sono finalizzati all’implementazione e all’ammodernamento delle infrastrutture tecnologiche legate ai sistemi di prenotazione, con l’obiettivo di ridurre i tempi di attesa nell’erogazione delle prestazioni. Alla Regione autonoma Valle d’Aosta sono assegnati, per il prossimo triennio 2019-2021, ben 4 milioni 900 mila euro".

"La Regione – aggiunge l’Assessore Mauro Baccega – potrà beneficiare di questa importante somma grazie a un fondamentale lavoro svolto nell’ambito dei tavoli tecnici preparatori dello schema di decreto, in cui si è fortemente voluto e sostenuto l’inserimento di un nuovo criterio di riparto dei fondi tra le varie Regioni, che definisce una quota fissa uguale per tutti, pari al 20 per cento delle risorse, e il restante 80 per cento con l’applicazione della consueta quota di riparto del fondo sanitario basata sulla quota della popolazione pesata, che per la Valle d’Aosta è pari allo 0,21 per cento".
"In questo modo – evidenzia l’Assessore Mauro Baccega – anziché avere diritto a soli 840 mila euro (lo 0,21 per cento di 400 milioni), la Valle d’Aosta potrà contare su 4 milioni 895 mila 856 euro, somme fondamentali per definire progetti e interventi tecnologici necessari alla riduzione dei tempi di attesa, sulla base di obiettivi e indicatori di risultato definiti dal decreto stesso e coerentemente con gli obiettivi del Piano regionale di riduzione dei tempi di attesa approvato nel mese di aprile dalla Giunta regionale".

"Un ottimo risultato – conclude l’Assessore Baccega – ottenuto grazie a un intenso lavoro di contrattazione con le altre Regioni, per il quale devo anche ringraziare i tecnici dell’Assessorato, sempre attenti e vigili sulla tematica di reperimento di nuove risorse. Un lavoro di squadra che paga e che adesso ci vedrà impegnati, in collaborazione con l’Azienda USL, nella formulazione dei progetti per dare attuazione agli obiettivi posti dal decreto. Il Piano Regionale di Governo delle Liste di Attesa 2019-2021, presentato nei giorni scorsi insieme al Programma Attuativo Aziendale, trova quindi così un sostanziale finanziamento per le attività e azioni da intraprendere per ridurre i tempi di attesa delle prestazioni sanitarie, che sono al centro delle politiche del governo regionale".

timeline