Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

Assessore Bertschy: «adesso al lavoro per biglietto unico per il trasporto pubblico e sperimentazione nuove politiche tariffarie»

comunicato stampa

Tra le misure previste dalla seconda legge di variazione al bilancio 2019-2021, approvata nei giorni scorsi dal Consiglio regionale, vi sono novità importanti destinate ai cittadini per l’utilizzo dei mezzi pubblici. La variazione consente infatti il completamento della dotazione finanziaria per la sostituzione dell’attuale sistema di bigliettazione elettronica del trasporto pubblico locale, alla cui progettazione sta lavorando l’Assessore agli Affari europei, Politiche del lavoro, Inclusione sociale e Trasporti, Luigi Bertschy e che troverà la sua attuazione il prossimo anno.

Con l’approvazione da parte del Consiglio regionale della variazione di Bilancio – dichiara l’Assessore regionale agli Affari europei, Politiche del lavoro, Inclusione sociale e Trasporti, Luigi Bertschy - sono quindi state poste le basi per avviare concretamente il progetto volto a nuove politiche tariffarie e ad adeguare le modalità di acquisto dei biglietti con le nuove tecnologie.
Il nuovo sistema di bigliettazione elettronica dovrà consentire a tutti gli utenti, siano essi valdostani o turisti, di utilizzare in modo semplice e chiaro il sistema dei trasporti pubblici, ottenendo le informazioni necessarie sulle linee e sugli orari e pagando il biglietto di viaggio con strumenti all’avanguardia e sempre più diffusi, quali gli smartphone e le carte di credito senza contatto. Sarà inoltre possibile introdurre le politiche tariffarie più opportune, attraverso gli abbonamenti, i biglietti giornalieri o settimanali per i turisti, le formule a consumo. La filosofia è quella del più si viaggia, meno si paga, anche per incentivare l’utilizzo dei mezzi pubblici.

In particolare gli obiettivi che le politiche che stiamo portando avanti vogliono arrivare ad un sistema tariffario integrato, ovvero, la possibilità di viaggiare indifferentemente con la modalità prescelta, bus o treno, allo stesso prezzo sulla stessa tratta; così come ad un sistema aperto, ovvero in grado di interfacciarsi anche con altri modi di trasporto, come ad esempio il bike-sharing o il car sharing, e con i sistemi di pagamento della sosta – aggiunge l’Assessore Bertschy - In particolare si punta ad una flessibilità nella definizione delle tariffe, in modo da prevedere i titoli di viaggio più rispondenti alle esigenze generali, come abbonamenti per studenti e lavoratori, biglietti integrati per chi usa i parcheggi e settimanali per il turista.

Il progetto si snoderà attraverso i seguenti punti
- tecnologia all’avanguardia nella gestione dei titoli di viaggio, in modo da evolvere da un sistema oggi ancora cartaceo-magnetico-smart card verso i più avanzati sistemi di gestione dei titoli di viaggio: app per dispositivi mobili con integrazioni relative all’infomobilità e pagamenti EMV (Eurocard Mastercard VISA);
- acquisizione sistematica di dati, in modo da consentire un monitoraggio immediato (real-time) dei dati sui mezzi e sui passeggeri ed apportare le modifiche necessarie (in caso ad esempio di imprevisto sovraffollamento del mezzo, per l’invio di un altro autobus, oppure per una migliore programmazione dei servizi);
- sicurezza del sistema, con un adeguato livello di protezione rispetto ai tentativi di frode ed alterazione (crittografia, ecc);
- lotta all’evasione, attraverso semplici sistemi di controlleria (apparecchi portatili) in modo da limitare il fenomeno;
- affidabilità degli apparati e bassi costi manutentivi, attraverso l’abbandono delle operazioni elettromeccaniche, spesso fonte di inceppamenti, a vantaggio di quelle elettroniche senza contatto.

timeline