Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

"Atelier 0-3 anni”, corsi gratuiti di avvicinamento alla musica per 40 bambini valdostani

comunicato stampa

Apprendere la musica e i suoi linguaggi sin dalla primissima infanzia e condividere il percorso educativo in famiglia: il Celva e la Fondazione Maria Ida Viglino per la cultura musicale offrono a 40 bambine e bambini, tra gli 0 e i 3 anni e residenti in un Comune della Valle d’Aosta, la frequenza di corsi di avvicinamento alla musica. È possibile aderire entro il prossimo 15 agosto. Per il primo anno l’iscrizione a “Atelier 0-3 anni” sarà totalmente gratuita: una parte dei costi sarà presa in carico dal Consorzio degli enti locali e la quota restante sarà a carico della Fondazione. L’iniziativa è stata condivisa dal presidente del Celva, Franco Manes, e dalla presidente del Consiglio di amministrazione della Fondazione musicale, Anna Maria Alessandra Merlo, che hanno firmato un’apposita convenzione.

A partire dall’anno scolastico 2019/2020, 40 famiglie residenti in Valle d’Aosta potranno iscrivere i propri figli e partecipare a un percorso laboratoriale di apprendimento musicale precoce, che si terrà presso le sedi della Sfom, la Scuola di Formazione e Orientamento Musicale, ad Aosta e a Pont-Saint-Martin. Non si tratta solo di cantare o danzare, bensì di sperimentare un nuovo modo diverso di comunicare tra generazioni attraverso un potente linguaggio non verbale, che già naturalmente tutte le mamme praticano prima della parola, attraverso la lallazione o il contatto tra i corpi. Le neuroscienze testimoniano oggi il valore tonicizzante della musica per il cervello umano, che diventa più dinamico, interconnette facoltà e funzioni distanti tra di loro favorendo la coltivazione del pensiero creativo, sviluppa la memoria e le competenze linguistiche.

“Essere una comunità significa prendere in carico i bisogni di chi il territorio lo vive ogni giorno, anche attraverso innovative reti di dialogo fra Istituzioni – sottolinea il presidente del Celva, Franco Manes – La cultura è una delle più importanti leve di radicamento nei nostri piccoli centri: per questo motivo abbiamo deciso di valorizzare una eccellenza valdostana come la Sfom, offrendo alle famiglie opportunità di crescita e di condivisione”.
È questa “un’occasione per consolidare un rapporto già stretto con il CELVA che è socio fondatore della Fondazione – dice Anna Maria Alessandra Merlo, presidente del Consiglio di amministrazione della Fondazione musicale – per affermare concretamente il principio che da sempre ispira la Sfom, ovvero la musica è per tutti e tutti la devono poter praticare, capire e amare: prima nasce questa consapevolezza, migliori saranno gli uomini di domani”.

Per iscrizioni e informazioni, è possibile consultare il sito http://www.fondazionemusicalevda.it oppure rivolgersi alla Fondazione Maria Ida Viglino per la cultura musicale, telefonando al numero 0165 43995, o scrivendo agli indirizzi email coordinatore@fondazionemusicalevda.it o segreteria.didattica@fondazionemusicalevda.it.

timeline