Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

E' scomparso Giancarlo Barucco, per dodici anni segretario regionale della "Cisl" valdostana: aveva lasciato il sindacato per la politica

redazione 12vda.it
Giancarlo Barucco

Giancarlo Barucco, ex segretario regionale del sindacato "Cisl", è scomparso domenica 21 giugno, all'ospedale "Umberto Parini", all'età di 62 anni. Barucco, che da diverso tempo lottava contro la malattia, era stato eletto alla guida dell'organizzazione sindacale nel 1996, dopo che l'allora segretario, Guido Dondeynaz, aveva vinto le elezioni politiche diventando senatore della Valle d'Aosta.

Per dodici anni ha retto le sorti della "Cisl" valdostana lasciando poi la Segreteria a Riccardo Monzeglio, per aderire a "Renouveau Valdôtain", movimento con il quale si candidò, senza successo, alle elezioni regionali, raccogliendo 323 voti.
Un anno dopo la fusione che, del 2010 che aveva portato "Renouveau" a confluire in Alpe, Barucco abbandonò il movimento ed approdò alla Stella Alpina, dove entrò nella Segreteria politica e, con la quale riprovò, nel 2013, la candidatura alle elezioni regionali, dove riportò 169 preferenze: "prendiamo parte con dolore alla scomparsa di Giancarlo Barucco - si legge in una nota del movimento - persona molto equilibrata e con grande esperienza nel mondo del lavoro, anche per il suo passato di segretario regionale della "Cisl". Tutti gli amici di Stella Alpina esprimono il loro profondo cordoglio alla sua famiglia".

«Un grande amico se n'è andato lasciandoci pieni di tristezza - aggiunge Francesco Salzone, ex capogruppo in Consiglio Valle della Stella Alpina - Giancarlo Barucco rimarrà nei nostri ricordi come colui che ha saputo sempre trovare il giusto equilibrio nel dibattito sindacale e politico».
«Ciao Giancarlo, compagno di tante partite non solo calcistiche di una bella gioventù - ha scritto su "Twitter" l'ex sindaco di Aosta, Bruno Giordano - mi mancherete tu e il tuo puzzolente mezzo toscano».

Barucco lascia la moglie Ivana ed i figli Francesca, Alessandro e Matteo: i funerali si sono svolti nel pomeriggio di martedì 23 giugno, nella chiesa parrocchiale di Maria Immacolata ad Aosta.

timeline

podcast "listening"