Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

Il Partito Democratico usa abusivamente una foto celebre per promuovere un incontro sul lavoro: «è un'immagine di largo consumo» si giustifica la Deval

Angelo Musumarra
La locandina con la foto pubblicata abusivamente

Il Partito Democratico della Valle d'Aosta scivola sul probabile mancato pagamento dei diritti d'autore per una locandina che promuove un incontro su "Lavoro e pensioni, quali prospettive?" organizzato dal movimento politico nel salone della "Banca di Credito cooperativo" di Aosta nella serata di giovedì 7 aprile.
Nel flyer diffuso ai media, infatti, compare la famosa foto "Lunch atop a Skyscraper", che raffigura undici lavoratori in pausa pranzo durante la costruzione del grattacielo "RCA", principale edificio del "Rockefeller center" di New York, scattata il 19 settembre 1932: l'immagine, realizzata da Charles Clyde Ebbets, i cui diritti sono dell'archivio "Bettmann-Corbis" è stata anche tagliata e modificata, e non sono neanche stati indicati i crediti, come andrebbe fatto secondo le normali regole di pubblicazione.

La responsabile della comunicazione del Partito Democratico e del gruppo in Consiglio Valle, Simona Campo, che non è giornalista ma svolge la professione di insegnante della scuola primaria, la quale segue la promozione dell'incontro, ha scaricato la responsabilità della scelta: «credo che sia il segretario a dover rispondere di questa cosa - ha dichiarato a 12vda - non certo io».
«Io non mi sono occupata della locandina - ha quindi spiegato Irene Deval - ma so che si sono informati alla "Siae" e che non ci sono diritti. Dopotutto è una foto di largo consumo, di pubblico dominio, molto molto vecchia».

Che la foto sia "antica" (non vecchia) non c'è dubbio, così come la notorietà della stessa, ma dalla "Siae" di Aosta precisano che loro non si occupano di tutelare il diritto d'autore di opere edite e cedute a terzi e che, in ogni caso, non risulta nessuna richiesta da parte del PD valdostano.
Tra l'altro, la storia dei diritti d'autore di "Lunchtime atop a skyscraper" è del tutto particolare, dato che questi sono stati assegnati a Charles Clyde Ebbets solo dopo settant'anni, nel 2003, in seguito ad una vera propria indagine da parte di un'agenzia privata, incaricata da Bill Gates, il fondatore della "Microsoft", che ha fondato la "Corbis", che verificò le prove della vedova del fotografo, Joyce Ebbets, la quale presentò una fotografia del marito al lavoro come reporter sulle travi dello stesso grattacielo, le lastre fotografiche di immagini contestuali alla foto, e la ricevuta di un'indennità "extra" da parte del quotidiano "New York Herald Tribune", che aveva realizzato un reportage sulla mancanza della sicurezza nel cantiere.

In ogni caso, nonostante la fotografia risalga ad 83 anni fa, l'immagine, intesa come "opera creativa", secondo la legge, resta sotto il diritto d'autore per settant'anni dalla morte del fotografo, avvenuta nel 1978 e quindi l'espressione "immagine di pubblico dominio" è assolutamente impropria. Dopotutto, l'abitudine di "rubacchiare" foto in Rete non è certo una novità, ma stona un po' il fatto che un movimento politico che governa in Valle d'Aosta e nel capoluogo regionale si comporti in maniera così superficiale ed è curioso che un incontro sul lavoro venga presentato con un'immagine pubblicata abusivamente, quindi senza riconoscere il dovuto compenso, seppur postumo, a chi ha lavorato per realizzare la fotografia: «è curioso che, con tutta la tradizione siderurgica che c'è ad Aosta - ha commentato un componente della Giunta di Aosta, guidata dal sindaco del PD, Fulvio Centoz - siano andati a cercare un'immagine di New York. Era così difficile trovare una foto della "Cogne"?». Una stampa autorizzata di grande formato dell'immagine, è presente, tra l'altro, nella sala del ristorante "3ndy", in piazza Plouves ad Aosta.

L'incontro che ha visto la presenza dell'ex ministro del lavoro Cesare Damiano, ex sindacalista della "Cgil" ed attuale presidente della Commissione lavoro della Camera, con Raimondo Donzel, assessore regionale alle attività produttive, e Michele Monteleone, presidente del Consiglio comunale di Aosta ed esperto di politiche del lavoro: nessuno si è scusato per l'uso abusivo dell'immagine ma chi ha denunciato l'accaduto è stato pesantemente insultato sui "social network".

timeline

podcast "listening"