Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

Rocco Schiavone torna ad Aosta per altre riprese della fiction mentre Antonio Manzini pubblica il nuovo libro che ne racconta il passato

redazione 12vda
Marco Giallini con Michele Soavi davanti al Tribunale di Aosta

"Rocco Schiavone - La serie" torna ad Aosta: interpretato da Marco Giallini, il personaggio creato dalla penna di Antonio Manzini sta diventando una fiction televisiva di sei puntate per la "Rai", diretta da Michele Soavi, prodotta da "Cross Production", ed il set sono proprio le vie della città in cui lo scrittore ha mandato per punizione il poliziotto romano.
Rocco Schiavone, appena arrivato in Valle d'Aosta, si trova a dover indagare, inzuppando loden e scarpe "Clarks", su un omicidio lungo "La pista nera", a Champoluc. Durante le indagini, a poco a poco emerge la personalità del vice questore (non più "commissario") che arriva da Trastevere, con vizi e virtù che si mescolano al limite della legalità.

Mentre il personaggio prende vita per la televisione, Manzini regala ai suoi lettori un'estate calda con il nuovo "7-7-2007", una data che riporterà indietro nel tempo Schiavone che, affiancato dagli amici Seba, Furio e Brizio, dovrà ricostruire i fatti romani che hanno condotto all'uccisione fuori programma dell'amica Adele, ma si troverà anche a ripercorrere il rapporto con la moglie Marina, che lungo il racconto comincia a svelare retroscena sempre meno romantici.

Insieme a Marco Giallini nel cast della fiction ci sono Ernesto D'Argenio (che interpreta Italo Pierron), Claudia Vismara (Caterina Rispoli), Fabio La Fata (Antonio Scipioni), Massimiliano Caprara (Deruta), Christian Ginepro (D'Intino), Gino Nardella (Casella) e Massimiliano Reale (Alberto Fumagalli). La sceneggiatura è curata da Eleonora Fiorini, Maurizio Careddu e dallo stesso Antonio Manzini.

La tornata estiva di riprese, dopo quella che si è tenuta a marzo e ad aprile, cambierà la viabilità del centro storico di Aosta da mercoledì 6 a mercoledì 27 luglio, prevalentemente in orario serale e notturno. Si avrà quindi divieto di sosta a partire dalle ore 16 nella piazzetta in via Chabloz ed in piazza San Francesco tra la scuola omonima e i portici del Municipio, base tecnica della produzione. Il divieto si estende invece a tutto il giorno, dalle ore 6 alle 18, per il periodo dal 7 all'11 luglio, in via Ribitel.

timeline

podcast "listening"