Due quarte dell'ISILTeP di Verrès si qualificano alle selezioni nazionali della 'Robocup Jr', competizione per creare robot utili al soccorso

redazione 12vda.it
Gli studenti dell'ISILTeP di Verrès durante la 'Robocup Jr' di Vicenza

I ragazzi delle classi "quarta A" e "quarta B" dell'indirizzo elettronico-elettrotecnica della "Istituzione scolastica di istruzione liceale tecnica e professionale - ISILTeP" di Verrès, si sono qualificati, venerdì 16 marzo, a Vicenza, per le "selezioni nazionali" della "Robocup jr", una competizione tra scuole tecniche finalizzata alla realizzazione di un robot completamente autonomo che sia in grado di affrontare, secondo il regolamento, uno specifico percorso, risolvendo anche diverse sfide.

Le classi dell'"ISILTeP" valdostano che hanno partecipato alla competizione erano tre, oltre alle due quarte dell'indirizzo elettronico, ce n'era anche una terza, la "quarta A" dell'indirizzo informatico-telecomunicazioni: a vincere la gara, sono stati padroni di casa dell'Itis "Silvio De Pretto" con "Sambei" che ha totalizzato 611 punti, mentre la "quarta A" elettronica è arrivata 17esima con il robot "Solaris", conquistando 225 punti, mentre la "quarta B", con "Hovercraft", si classificata 22esima con 170 punti. Non si sono qualificati gli informatici, arrivati 28esimi su 33 partecipanti: il loro "Rover" ha raccolto solo 100 punti.

La competizione alla quale hanno partecipato i valdostani era di tipo "rescue line" che prevede che i robot debbano seguire una linea nera su sfondo bianco, affrontando curve, cambi di direzione a novanta gradi, incroci, salite e discese di pendenza non superiore a trenta gradi. Sul percorso si possono trovare sia ostacoli di piccolo spessore, ad esempio una matita, che i robot devono superare senza perdere aderenza così come altri ostacoli più grandi, come delle bottiglie d'acqua che i robot devono superare, da destra o da sinistra, senza urtarli e spostarli.
Alla fine del percorso i robot si trovano in una zona dove sono presenti palline da ping-pong che vanno raccolte e posizionate in un contenitore. Vince la gara la squadra del robot che è riesce a concludere il percorso in meno tempo possibile.

L'obiettivo delle competizioni di "rescue" di "Robocup jr" è quella di creare un robot autonomo capace di superare difficoltà ed ostacoli sul percorso, fino ad arrivare al luogo dove sono presenti le vittime, vale a dire le palline: non deve essere solo capace di individuarle, ma anche di metterle in salvo.
Le "selezioni nazionali" della "Robocup Jr" si terranno a Trento, all'Istituto tecnico economico "Tambosi - Battisti" dall11 al 14 aprile.

ultimo aggiornamento: 
Sabato 24 Marzo '18, h.11.15

Commenta..

Scrivi qui sopra il tuo commento alla notizia.

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il commento non venga inviato da procedure automatizzate
CAPTCHA con immagine

Inserire i caratteri mostrati nell'immagine.