Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

Annullata la prova di francese del concorso regionale per assumere cinque geometri per "violazione della segretezza"

Angelo Musumarra
La bacheca dei concorsi sotto i portici di Palazzo regionale

E' stato annullato "in autotutela" il concorso per cinque posti da geometra bandito dall'Amministrazione regionale lo scorso 28 dicembre, in quanto la prova di accertamento di conoscenza della lingua francese, che si è tenuta lo scorso mercoledì 19 aprile, è stata "inficiata da circostanze tali da non garantirne la regolarità - si legge nel provvedimento dirigenziale firmato da Roberta Quattrocchio, dirigente del centro unico retribuzioni e fiscale, procedimenti disciplinari, cug e concorsi, emesso lunedì 24 aprile ma reso pubblico on line solo due giorni dopo - con conseguente violazione dei principi di buon andamento della pubblica amministrazione, di segretezza delle notizie d'ufficio e di non rispetto dell'obbligo di pari trattamento dei candidati".

L'annullamento della prova di accertamento della lingua francese porta anche alla revoca della Commissione esaminatrice, che sarebbe stata pagata complessivamente 10.900 euro e composta da Edmond Freppa, dirigente regionale in pensione (che avrebbe incassato 3.300 euro per l'incarico), Michel Grosjacques, ingegnere (4.200 euro), Nathalie Dufour, architetto e funzionaria regionale, Elettra Crocetti e Carolina Proment, insegnanti di francese (1.700 euro ciascuna) a cui si aggiungono la collaboratrice Rita Dianin come segretaria verbalizzante effettiva, la funzionaria Silvia Bertolin ed il collaboratore Alessandro Pugliese come supplenti. Alla Commissione verrano liquidati solo 2.400 euro e gli 8.500 euro restanti serviranno per la nuova prova.
La Regione ha provveduto, nella giornata di mercoledì 26 aprile, a trasmettere alla Procura di Aosta gli atti relativi al concorso, per verificare eventuali responsabilità.

Il concorso prevede cinque posti da geometra, per uno stipendio annuale lordo di oltre 22mila euro: due andranno a lavorare al dipartimento territorio e ambiente, mentre gli altri sono destinati alle sistemazioni montane del dipartimento agricoltura, risorse naturali e corpo forestale, alle strutture ricettive e commercio del dipartimento turismo, sport e commercio, alla ricerca, innovazione e qualità del dipartimento industria, artigianato ed energia ed al Comune di Gressoney-Saint-Jean.
Al concorso si erano iscritti in 167 ed in 92 erano stati ammessi alla prova preliminare di accertamento linguistico ma si erano presentati solo in 52 che, venerdì 21 aprile, hanno svolto la "compréhension ecrite" ed un tema di duecento righe. La Crocetti e la Proment hanno poi subito corretto gli elaborati ed una ventina di iscritti non hanno raggiunto la sufficienza. Tutti quanti potranno ora nuovamente presentarsi il prossimo 19 maggio per sostenere la nuova prova.

La questione è stata approfondita in Consiglio Valle, nella seduta di martedì 9 maggio 2017: «la Giunta regionale su questo non ha fatto dichiarazioni, per cui vogliamo conoscere le circostanze che non hanno garantito la regolarità della prova e cosa intenda fare la Giunta regionale per individuare eventuali responsabilità - ha specificato il vicecapogruppo dell'Union Valdôtaine, Aurelio Marguerettaz - tenuto conto che stiamo parlando di una vicenda particolarmente grave e che è al vaglio della Procura della Repubblica».
Il presidente della Regione, Pierluigi Marquis, nella sua risposta, ha evidenziato che «il 21 aprile il presidente delle Commissioni esaminatrici della procedura unica selettiva per l’assunzione a tempo indeterminato di sei collaboratori nel profilo di geometra ha segnalato al competente dirigente del Dipartimento personale e organizzazione alcune circostanze che si sono verificate durante lo svolgimento della prova. Dall'esame degli atti, sono emersi elementi per i quali l’ufficio concorsi ha rilevato una violazione dei principi di buon andamento della Pubblica amministrazione, di segretezza delle notizie d’ufficio e di non rispetto dell’obbligo di pari trattamento dei candidati, con conseguente concreta possibilità che la prova scritta per l’accertamento della lingua francese fosse stata inficiata da circostanze tali da non garantirne la regolarità. Pertanto, con un provvedimento dirigenziale sono stati disposti l’annullamento della prova, la revoca delle Commissioni esaminatrici nominate per la procedura selettiva in argomento e l’ammissione dei candidati già ammessi alla prova di accertamento della conoscenza della lingua francese alla ripetizione della prova che sarà effettuata non appena possibile. Per quanto riguarda l’accertamento di eventuali responsabilità, il 26 aprile è stato presentato un esposto al procuratore della Repubblica presso il Tribunale ordinario di Aosta, per le valutazioni di competenza dell’Autorità giudiziaria. Inoltre, il coordinatore del Dipartimento personale e organizzazione ha avviato un’indagine interna richiedendo al dirigente e al personale dipendente dell’ufficio concorsi una relazione scritta dettagliata».

«Il risultato di questa interpellanza è nullo
- ha ribattuto Marguerettaz - dato che il Presidente non ha detto nulla di nuovo. Anzi, gli articoli dei giornali sono stati più dettagliati. Aspettiamo gli esiti della denuncia presentata. Anche in questo caso, rilevo che quando ci sono dei problemi, la nebbia invade i banchi della Giunta».

timeline

podcast "listening"