Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

Esauriti da mesi i biglietti del concerto di Elisa che passa al "Palais St-Vincent": in dubbio la rivendita dei posti lasciati liberi dagli abbonati

redazione 12vda.it
Elisa in concerto in piazza Chanoux ad Aosta, nel 2010

Sarà, con tutta probabilità, inaccessibile a chi non ha acquistato il biglietto cinque mesi fa, il "Palais Saint-Vincent" nella serata di giovedì 9 maggio, per il concerto di Elisa, inserito nel cartellone della "Saison culturelle", che fa parte del tour "Diari aperti live nei teatri" che la cantautrice goriziana che ha iniziato lo scorso 15 marzo dal teatro "Odeon" di Latisana, località in provincia di Udine, a cinquanta chilometri da "casa Toffoli", e che si concluderà il 31 maggio al "Politeama Rossetti" di Trieste, dopo cinquanta concerti, quasi tutti "sold out", compresa la data valdostana e tutte le otto repliche.
I biglietti, che andavano da prezzi che partivano da 39 euro per arrivare a 75, si sono esauriti rapidamente, sia perché il tour, per scelta, è stato organizzato in strutture medio-piccole, ma anche per la grande popolarità di Elisa, visto che l'ultimo album, "Diari Aperti", pubblicato lo scorso 26 ottobre, è già stato certificato disco di platino.

La vendita online dei biglietti in esclusiva "ticketone". La data valdostana, che sancisce il ritorno di Elisa nella nostra regione, dopo il trionfale concerto del 7 settembre 2010 in piazza Chanoux ad Aosta, quando la "Festa della Valle d'Aosta" era un apputamento per tutta la popolazione, è sempre organizzata dall'Amministrazione regionale, con il supporto della società "Opere buffe" di Aosta, e presentava prezzi più accessibili: il biglietto di "platea a" costava quaranta euro, quello di "platea b" e tribuna trenta euro mentre quelli per i posti laterali 25 euro. La prevendita era iniziata, online, lo scorso 3 novembre, in esclusiva sul sito "ticketone" (gli eventi della "Saison" sono venduti anche dal sito locale "valledaostaspettacoli"), e diversi tagliandi cartacei sono stati venduti nei primi giorni di dicembre, quanto era stata autorizzata anche la vendita in biglietteria, nel "Museo archeologico regionale", fino a quando i posti disponibili si sono rapidamente esauriti.

In forse la rivendita dei posti lasciati liberi dagli abbonati. Il "Palais Saint-Vincent", chiuso ed inutilizzato per la maggior parte dell'anno, resta comunque la struttura coperta più grande della Valle d'Aosta e saranno circa 1.300 gli spettatori che il 9 maggio potranno assistere al concerto di Elisa tra cui alcune centinaia di abbonati alla "Saison", visto che il concerto è compreso negli abbonamenti "Pleine Saison", "TuttoMusica" e "Musica leggera B", il cui prezzo di quest'ultimo è inferiore al costo di un biglietto in "poltronissima" per il concerto di Elisa.
Di norma, in questi casi, a chi spera di poter prendere il posto di un abbonato che non si presenta, si distribuiscono, un'ora prima dell'inizio dello spettacolo, delle contromarche per creare una coda d'attesa e, quindici minuti prima dell'inizio dello spettacolo, i posti lasciati liberi vengono rivenduti alle persone in attesa.
Viste le procedure di vendita dei biglietti del concerto di Elisa, con l'esclusiva a "ticketone" ed il veloce esaurimento degli stessi, con la possibilità di un reale rischio di "bagarinaggio" o di "secondary ticketing", vale a dire la speculazione da parte di chi fa incetta di biglietti fisici o digitali per rivenderli a prezzo maggiorato, è possibile che questa procedura non venga autorizzata e chi si presenti al "Palais" senza biglietto venga rimandato indietro. Al momento, su questa eventualità, l'organizzazione non ha comunicato nulla.

Verso il "biglietto nominativo", che non si può rivendere. Lo scorso 29 marzo, Stefano Lionetti, amministratore delegato di "ticketone" aveva annunciato di aver presentato un esposto all'Agcom per chiedere l'applicazione della legge sul "secondary ticketing", in vigore dal 1° gennaio 2019, che vieta l'utilizzo di "bot", un software che acquista automaticamente i biglietti e li rimette in vendita, ad un prezzo più alto, su altri siti, localizzati spesso all'estero, e che dal prossimo mese di luglio, prevede il "biglietto nominale" per in concerti con almeno cinquemila spettatori, senza possibilità di cambio del nome.
La stessa Agcom, nell'aprile 2017 aveva sanzionato "ticketone" ed i siti "mywayticket", "seatwave", "ticketbis" e "viagogo": "ticketone" era stato multato per un milione di euro, in quanto ritenuto responsabile "di non aver adottato efficaci misure dirette a contrastare l'acquisto di biglietti attraverso procedure automatizzate, né di aver previsto regole, procedure e vincoli diretti a limitare gli acquisti plurimi di biglietti, né di aver effettuato controlli ex post diretti ad annullare tali acquisti plurimi". Ai responsabili dei quattro siti, invece, che hanno subito una multa complessiva di 700mila euro era stato contestato di "non aver chiarito il proprio ruolo di mera intermediazione svolto sul mercato secondario" e di "non aver precisato adeguatamente al consumatore le caratteristiche dei biglietti in vendita, non specificandone il valore facciale e il numero di posto e fila né i diritti e le garanzie riconosciuti in caso di cancellazione dell'evento".

ultimo aggiornamento: 
Mercoledì 24 Aprile '19, h.17.35

timeline