Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

Fosson, Bertschy e Porretta a Roma per l’incontro con il capo della "Protezione civile" nazionale sulla frana di Quincinetto

comunicato stampa

Martedì 3 settembre, a Roma, il Presidente della Regione Antonio Fosson e l’Assessore agli Affari europei, Politiche del lavoro, Inclusione sociale e Trasporti Luigi Bertschy, accompagnati dal Coordinatore regionale della Protezione civile Pio Porretta, hanno incontrato il Capo del Dipartimento nazionale della Protezione civile, Angelo Borrelli per definire un percorso operativo per la messa in sicurezza del fenomeno franoso ubicato in località Chiappetti nel comune di Quincinetto.

All’incontro, al quale erano presenti anche il Sindaco di Quincinetto Angelo Canale Clapetto, l’Assessore ai Trasporti della Regione Piemonte Marco Gabusi, rappresentanti del Ministero dell’Infrastrutture e dei Trasporti e dei Trasporti e del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio, i funzionari della Protezione civile della Regione Piemonte, la Città metropolitana di Torino, la Società Autostrade Valdostane S.p.A., ATIVA S.p.a, e il Centro di Competenza dell’Università di Firenze, il Presidente Fosson e l’Assessore Bertschy hanno sollecitato l’intervento alla Protezione civile nazionale per attivare con la massima solerzia gli interventi necessari per la messa in sicurezza della frana.

"E’ stata una riunione utile e costruttiva - hanno commentato il Presidente Antonio Fosson e l’Assessore Luigi Bertschy. E’ stato finalmente costituito un tavolo di lavoro il cui coordinamento è in capo alla Protezione civile nazionale, che coordinerà le azioni per la messa in sicurezza della frana di Quincinetto. Un ulteriore passo in avanti ottenuto anche grazie al ruolo della Valle d’Aosta che ha chiesto e ottenuto, in tempi brevi, la realizzazione dello studio per avviare nel più breve tempo possibile i lavori. Il tavolo di lavoro si aggiornerà nuovamente ad inizio ottobre a Torino per analizzare un cronoprogramma degli aspetti tecnici e amministrativi. Nel corso della riunione è stata richiesta e ottenuta la riduzione dei tempi di realizzazione dello studio di fattibilità relativo alla definizione delle modalità di intervento sui blocchi instabili situati nell’accumulo della frana che il Comune di Quincinetto ha affidato lo scorso giovedì e entro 30/40 giorni il tavolo di lavoro potrà esaminare la soluzione individuata per rendere operativi gli interventi".

"Infine – hanno dichiarato il Presidente Antonio Fosson e l’Assessore Luigi Bertschy – con la Regione Piemonte e la Città Metropolitana verificheremo al più presto la possibilità di realizzazione di una viabilità alternativa e utile a migliorare le procedure operative di allertamento, preallarme e allarme fino ad ora elaborate. In conclusione, il Presidente Antonio Fosson e l’Assessore Luigi Bertschy: “Siamo dunque soddisfatti dell’attenzione che il Capo della Protezione civile nazionale Angelo Borrelli ha riservato ad un dossier molto caro per la Valle d’Aosta”.

timeline