Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

Giovedì 23 Maggio, h.10.55

Check-up preoccupante per la sanità in Valle d'Aosta, con una forte preoccupazione per i passi indietro di quella che era un'eccellenza; esiste tuttavia una "ricetta" per fronteggiare la crisi e imboccare un sentiero virtuoso. E' quanto emerge da una ricerca realizzata, tra febbraio e marzo, da "AstraRicerche" per "Cida", che rappresenta i dirigenti, quadri e alte professionalità del pubblico e del privato, che ha visto la partecipazione di cento soggetti della sanità della Valle d'Aosta che hanno compilato un questionario on line relativo alle principali dinamiche nella regione. 

timeline

Supera i tredici milioni di euro il rendiconto totale della gestione 2018 del Consiglio Valle (13.103.020,41 euro) di cui oltre due milioni e mezzo di "partite di giro" e quasi seicentomila euro di avanzo proveniente dal 2017, con 4.574.264,39 euro che sono stati spesi esclusivamente per gli "organi ed incarichi istituzionali dell'Amministrazione". Per il 2019 l'assestamento del bilancio di previsione, che prevede 1.109.037,04 euro di restituzione dell'avanzo di amministrazione alla Regione, fa segnare 12.386.507,04 euro come "totale generale delle uscite" con un aumento di 609.037,04 euro.

Nella notte di martedì 21 maggio, nel reparto di cardiochirurgia dell'ospedale "Molinette" di Torino, un valdostano di 47 anni, è stato salvato dopo che il suo cuore ed un polmone erano stati trapassati da parte a parte con un dardo di oltre trenta centimetri, partito da una balestra, per un tentativo di suicidio. L'intervento chirurgico, definito «senza precedenti» ed «un caso di eccezionale rarità» ha permesso la rimozione del dardo senza rischiare la morte dell'uomo.

Giocare con i "social" e gli strumenti di comunicazione digitale costerà caro a Tiziano Gaino, commerciante aostano cinquantenne, che lo scorso 28 marzo aveva creato e distribuito un video intitolato "La super famiglia" realizzato con alcuni slogan infantili e vecchie fotografie, perlopiù di politici valdostani, e che ora è indagato per il reato di "diffamazione aggravata dal mezzo di pubblicità" che, sulla base delle recenti sentenze, può arrivare anche ad una pena di sei mesi di reclusione.

«Sono il rettore dell'Università della Valle d'Aosta fino alla fine regolare del mio mandato il prossimo novembre». Così commenta Fabrizio Cassella, per il quale negli ultimi mesi da più fronti era stata chiesta la revoca, non prevista dallo statuto d'Ateneo. Dal 1° novembre e fino al 31 ottobre 2023, assumerà l'incarico di rettore la professoressa Maria Grazia Monaci, professore ordinario di psicologia sociale e direttore del Dipartimento di scienze umane e sociali dell'Università valdostana.

E' arrivata nella serata di martedì 30 aprile, nella riunione del Consiglio dei Ministri che all'ordine del giorno segnalava esclusivamente "varie ed eventuali", la nomina, fino al 2026, di due dei tre membri "non togati" nella Sezione di controllo della Corte dei Conti della Valle d'Aosta, vale a dire Fabrizio Gentile e Franco Vietti, lasciando quindi fuori Sara Bordet, avvocato, già sindaco di Saint-Vincent ed ex commissario di Valtournenche. 

Il corpo di Massimo Peressini, escursionista 44enne residente a Novara, disperso sul Monte Rosa da domenica 29 aprile, è stato ritrovato nel pomeriggio di martedì 30, intorno alle ore 16.30, in fondo ad un crepaccio nei pressi del Col del Lys, a 4.151 metri di quota, tra Valle d'Aosta, Piemonte e Svizzera. 

redazionali

[I.P.] L'incontro "De l'entretien du territoire aux changements climatiques: un colloque pour célébrer Émile Chanoux" ricorda il 75esimo anniversario della scomparsa del più autorevole protagonista dell'antifascismo e della lotta valdostana per la liberazione e l'Autonomia. 
Il seminario, organizzato dalla Regione autonoma Valle d'Aosta in collaborazione con il Consiglio regionale, la "Fondation Émile Chanoux" e l'"Istituto storico della Resistenza e della Società contemporanea", si svolgerà sabato 18 maggio nella sala "Maria Ida Viglino" a Palazzo regionale, in piazza Deffeyes ad Aosta, e si aprirà con la proiezione del video "Émile Chanoux, fu suicidio o omicidio?", realizzato dal ricercatore Patrizio Vichi nell'autunno 2017. 

Il tema dell'educazione finanziaria è ormai di stretta attualità: proprio la presa di coscienza di una scarsa e diffusa alfabetizzazione finanziaria ha portato nel 2017 alla nascita, con decreto del Ministro dell'Economia e delle Finanze, del "Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria", che ha lo scopo di promuovere e coordinare iniziative utili a innalzare nella popolazione la conoscenza e le competenze finanziarie, assicurative e previdenziali e offrire così a tutti la possibilità di fare scelte coerenti coni i propri obiettivi e le proprie condizioni. 

Come annunciato nel maggio scorso, è giunto a compimento il percorso di trasformazione di Fopadiva in FonDemain: nel mese di luglio la Commissione di Vigilanza ha fornito il proprio benestare e, dal 1° ottobre, il fondo pensione negoziale della Valle d’Aosta - istituito, promosso e sostenuto dalla Regione autonoma - è aperto anche ai lavoratori autonomi. 

La pubblicità su 12vda è efficiente, conveniente ed etica. Per maggiori informazioni e per un preventivo personalizzato, senza impegno, potete contattare l'ufficio marketing di 12vda, ai numeri telefonici 0165.06.18.85 o scrivendo una mail a marketing@12vda.it.

12vda.tv videos

caveri.it

  • Prima premessa: ne parlo oggi perché considero sacro il silenzio elettorale che scatterà nelle prossime ore e ritengo scandaloso che ormai le norme che prevedono questa sorta di pausa di riflessione vengano aggirate come se fossero un colabrodo. Se si considera questa storia un feticcio - come la bufala della par condicio, rispettata per modo di dire - meglio dirsi che in Italia “fatta la legge, trovato l’inganno”.
    Seconda premessa: quando ho compiuto 18 anni non sono mai venuto meno al mio diritto di voto. Mi è capitato solamente di non andare alle urne per qualche referendum, vista l’esistenza di un meccanismo che legittima l’astensionismo per non raggiungere il quorum.
    Questo per dire che dopodomani non mancherò al voto delle Europee, anche se non dirò – in ossequio alla... [continua a leggere su caveri.it]

ilmeteo.it

Meteo Valle d'Aosta

12vda live