Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

Lega, Mouv’ e Restano, portano in Consiglio Valle la questione della "bomba ecologica" della discarica della discarica di inerti di Pompiod

comunicato stampa

Giovedì 1° agosto, i gruppi Lega Vallée d’Aoste, Mouv’ e il Consigliere Claudio Restano, hanno presentato una mozione relativa alla bomba ecologica della discarica di inerti di Pompiod. I gruppi ne chiedono la discussione nella seduta del Consiglio regionale di settembre. La mozione impegna il Governo regionale e l'Assessore competente a rispondere subito alle sette richieste espresse dal “Comitato per la Tutela di Pompiod” contenute all'interno della petizione sottoscritta da più di mille cittadini.

La mozione chiede soprattutto di valutare, entro 60 giorni dall'approvazione della mozione, la revoca o revisione delle delibere di autorizzazione all'uso della discarica. "Riteniamo infatti che sia inaccettabile - si legge in una nota - che, recentemente, siano state approvate nuove delibere di autorizzazione che hanno incrementato le tipologie di rifiuti autorizzate al conferimento in discarica".
«A fronte delle forti preoccupazioni dei cittadini dei Comuni di Jovençan e Aymavilles - commenta il Consigliere Stefano Aggravi - nella riunione odierna della III Commissione abbiamo chiesto che venga ascoltato il “Comitato per la Tutela di Pompiod”. Nell’ultima seduta del Consiglio regionale di luglio avevamo già presentato una risoluzione, sottoscritta anche da M5S e Adu-VdA, avente ad oggetto la discarica di inerti di Pompiod, risoluzione che non è stata iscritta e discussa per mancanza di tempo. Poiché riteniamo che la tutela della salute pubblica sia una priorità e che siano necessari maggiori controlli e un’azione di monitoraggio costante su ciò che effettivamente viene conferito in discarica, abbiamo presentato oggi questa mozione affinché le istanze e le preoccupazioni dei cittadini vengano realmente ascoltate». «Chiederemo un'inversione dei punti all'ordine del giorno del prossimo Consiglio - aggiunge il Consigliere Roberto Cognetta - poiché crediamo che sia importante e urgente che il Consiglio si esprima su questo scottante argomento».

timeline