Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

Nasce un tavolo permanente per la Cooperazione transfrontaliera tra Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta

comunicato stampa
Fabio Carosso, Andrea Benveduti e Luigi Bertschy

In vista della predisposizione del programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Francia "Alcotra 2021-2027", si sono incontrati a Torino, martedì 10 settembre, l'assessore allo sviluppo economico di Regione Liguria Andrea Benveduti, l'assessore allo sviluppo della Montagna della Regione Piemonte Fabio Carosso e quello agli affari europei della Regione Valle d'Aosta Luigi Bertschy.

Gli amministratori hanno concordato la creazione di un tavolo permanente di confronto, che consenta alle tre Regioni di presentarsi ai negoziati con i partner d'Oltralpe con una voce unica e quindi più forte. Comune anche l'intento di presentare in futuro progetti di ampio respiro, che consentano un reale sviluppo della montagna, al posto di un rivolo di bandi che per la loro modesta entità non sono spesso in grado di incidere significativamente sull'assetto del territorio.

«Una concertazione che ha l'intento di sviluppare sinergie tra le regioni italiane partner dei progetti di cooperazione. Partendo dall'ascolto dei territori - dichiara Benveduti - metteremo a sistema tutte le risorse stanziate dai programmi europei per la nuova programmazione 2021-2027, purtroppo sempre più esigue, per creare sviluppo e significative opportunità nelle regioni del programma "Alcotra". Tra gli obiettivi comuni di cooperazione è presente il contrasto allo spopolamento delle aree interne, attraverso politiche di sviluppo delle vallate e investimenti su progetti che sviluppino servizi e infrastrutture per rilanciare l'entroterra e attrarre giovani».

«Il nostro obiettivo – aggiunge Bertschy - è quello di trasformare le aree montane in luoghi dove le persone, e i giovani in primis, possano trovare nuove opportunità di lavoro, servizi e infrastrutture oltre a una qualità della vita migliore rispetto a chi vive in città. Per raggiungere questo importante traguardo occorrono servizi efficienti e infrastrutture performanti, su cui intendiamo investire per il rilancio delle nostre vallate».