Nel 2018 crescono le sanzioni della Polizia Stradale: oltre seicento automobilisti senza cinture e quasi trecento "beccati" col telefonino in mano

comunicato stampa
Una 'volante' della Polizia Stradale della Valle d'Aosta

Si è appena concluso un 2018 ricco di impegni e di intensa attività per la sezione della Polizia Stradale di Aosta, che si compone di 98 operatori divisi tra uffici sezionali, sottosezione di Pont-Saint-Martin e sottosezione di Courmayeur. Nel corso del 2018 sono state espresse complessivamente 5.742 pattuglie di cui 5.258 nell'ambito degli itinerari autostradali della "A5" tra il casello di Quincinetto, il piazzale del Monte Bianco ed il Traforo del Monte Bianco dove la Polizia Stradale opera in esclusiva. E' stata inoltre assicurata la presenza sulle strade statali 26 e 27.

Sono state accertate 8.658 infrazioni al codice della strada in aumento di circa il trenta per cento rispetto al 2017. Sono state ritirate 267 patenti di guida (+50 per cento) e 221 carte di circolazione, mentre nel 2017 si sono registrati 177 ritiri di patenti di guida e 222 ritiri di carte di circolazione. Il mancato uso delle cinture di sicurezza è stato sanzionato 609 volte (+15 per cento) mentre l'uso improprio di telefono cellulare è stato sanzionato 272 volte (+101 per cento). In particolare la repressione del fenomeno della distrazione alla guida causato soprattutto dall'uso degli "smartphone" è stato attuato anche attraverso pattuglie in borghese. Sono state effettuate circa mille contestazioni per eccesso di velocità in diminuzione rispetto al 2017 a causa della sospensione dell'attività del sistema "Tutor", protrattasi per diversi mesi nel corso del 2018. Sono stati decurtati oltre 15mila punti patente rispetto ai circa novemila del 2017 (+66 per cento).

Per quanto riguarda la repressione della guida in stato di ebbrezza alcolica e sotto l'influenza di sostanze stupefacenti, sono stati complessivamente controllati 17mila conducenti e sottoposti a verifica con etilometro e precursore, con un aumento percentuale del quaranta per cento rispetto all'anno 2017. Di questi sono risultati in stato di ebbrezza 67 conducenti, cinque persone sono state denunciate per guida in stato di alterazione conseguente all'assunzione di sostanze stupefacenti. I conducenti risultati positivi all'accertamento con etilometro sono stati circa il 17 per cento in più rispetto al 2017. Tuttavia ciò è in parte addebitabile al significativo aumento del numero di conducenti sottoposti a verifica. A tal fine sono stati inoltre pianificati in modo sistematico controlli specifici in particolare nelle ore notturne e serali dei fine settimana.
Appositi servizi vengono svolti in corrispondenza dei caselli autostradali finalizzati a prevenire e reprimere il fenomeno del mancato pagamento dei pedaggi nonché la verbalizzazione in seguito alle segnalazioni giunte dai soggetti appositamente abilitati delle concessionarie autostradali.