Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

Nel secondo trimestre 2019 aumenta il numero delle imprese in Valle d’Aosta: la "Chambre" segnala la nascita di 211 nuove attività

comunicato stampa
Nicola Rosset, presidente della 'Chambre'

La "Chambre Valdôtaine" informa che lo stock di imprese registrate in Valle d’Aosta al 30 giugno 2019 è di 12.352 unità, con un aumento dello 0,7 per cento rispetto al trimestre precedente.
Nel secondo trimestre del 2019 in Valle d’Aosta sono nate 211 nuove imprese, con un aumento del 17 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Le cessazioni non d’ufficio sono invece state 100 contro le 114 del II trimestre 2018. Il saldo tra iscrizioni e cessazioni si attesta quindi sul valore di +91 imprese contro un saldo di +66 registrato nel II trimestre 2018. Il tasso di crescita è quindi dello 0,82 per cento (nello stesso periodo del 2018 era di 0,53 per cento), nettamente superiore a quello nazionale (0,48 per cento) e a quello del nord-ovest (0,46 per cento).

Prendendo in esame i diversi settori economici, si evidenzia un generale fenomeno di crescita rispetto al trimestre precedente, più sensibile per il commercio (+21 imprese), per le costruzioni e per i servizi alle imprese (+14 unità). L’unico lieve calo si registra nel settore dei trasporti (-3 imprese). Dal punto di vista delle forme giuridiche, si segnala il tasso di crescita delle società di capitale (+1,26 per cento) ed il momento di difficoltà, seppure più attenuato rispetto alle risultanze nazionali, delle società di persone il cui tasso si attesta sullo 0,10 per cento. Anche i dati riguardanti il comparto artigianale valdostano registrano un miglioramento con il numero delle imprese che si attesta al valore di 3.608 unità, in aumento dello 0,8 per cento rispetto al primo trimestre dell’anno. La maggiore crescita si registra nel settore delle costruzioni con un valore di +17 imprese.

“I dati che emergono dall’andamento delle imprese nel secondo trimestre dell’anno – spiega il Presidente della Chambre, Nicola Rosset – mostrano un miglioramento della situazione. Anche settori da lungo tempo in difficoltà, come ad esempio quello delle costruzioni e del commercio, registrano dati positivi e questo è certamente confortante”.
“Proprio alla luce di questi dati – continua Rosset – è però di fondamentale importanza puntare al consolidamento di tale situazione. In quest’ottica appare prioritario intensificare il supporto alla nascita e allo sviluppo del nostro comparto imprenditoriale in termini di robustezza economica, ad esempio con l’accesso al credito, ma anche in termini di nuova cultura imprenditoriale e di modelli di business”.

timeline