Sono 114 le telecamere di videosorveglianza nella città di Aosta. Un sistema a servizio delle forze dell'ordine interessate

Giovedì 16 Novembre, h.16.15

Sono 114 le telecamere per la videosorveglianza nella città di Aosta. Si appoggiano sulla rete di fibra ottica e richiedono una gestione da 46mila euro l'anno. Gestite da Inva, implementate dal Comune di Aosta, il primo avvio, una decina di anni fa, è stato dato dal primo investimento della Regione, seguito poi da diversi lotti di spesa, variabile tra i 120mila e i 200mila euro. "La qualità è da videocamera - spiegano da Inva - Le immagini vengono ad ora raccolte nella centrale dei Vigili urbani, ma sono a disposizione delle forze dell'ordine, Questura, Carabinieri, Forestale. Esiste anche la possibilità, in caso di necessità per la sicurezza urbana, di estendere il sistema, anche appoggiandosi ad impianti privati che, in posizione strategica, potrebbero essere federati".

La memoria delle immagini incamerate viene sovrascritta ogni 7 giorni: "Rispettiamo la normativa sulla privacy - continuano da Inva e Comune - La rete è divisa in isole, ogni isola ha telecamere di possibile gestione e con i dovuti permessi si potrebbe estendere a tutto il territorio della Valle d'Aosta. Sono in costruzione 600 hotspot su fibra ottica".

Tipo: