Gentile visitatore,

se sei su 12vda è chiaro che apprezzi il nostro lavoro giornalistico, che si può leggere, ascoltare e vedere senza dover pagare nulla, nel rispetto di un'informazione libera ed indipendente.
12vda è una testata che non è supportata da lobby politiche, commerciali o sociali, e si sostiene esclusivamente con la pubblicità, che è non assolutamente invasiva, non prevede fastidiosi "pop up" o "finte notizie".

Il nostro lavoro quotidiano richiede infatti tempo e denaro ed i ricavi della pubblicità ci aiutano a tenere in piedi questa testata giornalistica.

Se leggi questo messaggio vuol dire che hai attivato un "adblocker", che blocca automaticamente e non permette di vedere la pubblicità. Nel rispetto del nostro lavoro ti chiediamo quindi di disattivarlo ed anzi, se di tuo interesse, di cliccare sui nostri banner.

In questo modo potremmo restare on line, indipendenti e liberi di raccontare la Valle d'Aosta come la vediamo noi.

Grazie.

Il Comune di Saint-Vincent vende all'asta cinque mezzi: due scuolabus, un camion spazzaneve, una "Fiat 127" ed una lussuosa "Lancia Thema"

Angelo Musumarra
La 'Lancia Thema' del Comune di Saint-Vincent che andrà all'asta pubblica

A Saint-Vincent, entro le ore 12 di giovedì 30 giugno, c'è la possibilità di realizzare due veri "Affari a quattro ruote", proprio come nell'apprezzata trasmissione televisiva di "Discovery", realizzata nel Regno Unito dal venditore Mike Brewer e dal meccanico ingegnere Edd China. Infatti, per ragioni legate al "Patto di stabilità", la lussuosa "Lancia Thema 16v LS" del 1993, utilizzata fino a pochi giorni fa, è in vendita all'asta al prezzo base di 1.200 euro.

Ventitré anni fa, «quando c'erano tanti soldi», come raccontano in Comune, e venne acquistata come "auto blu" dell'Amministrazione comunale guidata da Gianfranco Castiglioni e costava 44 milioni di lire: attualmente le quotazioni, come auto storica (non ancora trentennale), sono intorno ai quattromila euro. La "Thema", che ha percorso poco meno di 110mila chilometri, utilizzata prevalentemente negli anni passati dall'attuale primo cittadino, Mario Borgio, è in buone condizioni, seppur con i cerchi in lega macchiati e con alcune imperfezioni sulla carrozzeria, ed è stata recentemente rigommata: non avendo però ancora trent'anni, paga poco meno di 350 euro annuali di "bollo" e la futura manutenzione non potrà certo essere economica.
Inoltre, i 152 cavalli del motore richiedono circa undici litri di benzina ogni cento chilometri, comunque inferiore all'omologa versione "turbo". Oltre all'indubbia eleganza, con sedili in velluto ed interni in radica, la "Lancia Thema" del Comune di Saint-Vincent è la versione della terza (ed ultima) serie della berlina, che aveva risolto praticamente ogni problema: l'auto è funzionante e revisionata ed immediatamente utilizzabile.

Decisamente meno elegante, ma più romantica, è invece la "Fiat 127" del 1979 che viene venduta a partire da una base d'asta di 350 euro: l'esemplare valdostano di colore blu scuro della seconda serie dell'utilitaria più venduta negli anni '70 avrebbe un valore di 1.500 euro se fosse in buone condizioni, ma purtroppo, pur accendendosi senza problemi, necessita alcuni interventi urgenti di carrozzeria in quanto la ruggine, in questi 37 anni, ha avuto la meglio su alcune parti in lamiera.
La revisione è scaduta nel 2013, quando è stato deciso di non utilizzarla più come "auto di servizio", ed è improbabile che la possa superare nelle attuali condizioni. L'auto, originariamente targata AO 158088, con meno di 77mila chilometri percorsi, era stata donata all'Amministrazione comunale di Saint-Vincent dalla signora Renata Valeri, originaria di Vercelli, che venne poi ad abitare in Valle d'Aosta. Un primo tentativo di vendere all'asta la "127" perchè "non più utilizzata in quanto obsoleta ed i costi di manutenzione risultano eccessivi", era stato fatto lo scorso anno, ma nessuno aveva presentato un'offerta valida: la ruggine non ha comunque scalfito le punzonature originali e quindi un recupero storico, seppur al momento anti-economico, sarebbe possibile.

Oltre alla "Thema" ed alla "127", il Comune di Saint-Vincent vende anche il mezzo che veniva utilizzato per lo sgombero neve, servizio che ora viene esternalizzato, un autocarro con trazione integrale "Fresia F120 C" con cassone ribaltabile trilaterale e viene fornito, per una base d'asta di 14mila euro, completo della lama originale con pettine mobile ad azionamento idraulico: il mezzo ha la revisione scaduta, è del 1992 ed ha percorso quasi 28mila chilometri.

Vengono chiesti, invece, soltanto 150 euro, come base d'asta, per ognuno dei due vecchi "scuolabus", da tempo sostituiti con un nuovo mezzo: entrambi realizzati sulla base del furgone "Fiat Ducato", il primo, quello del 1993, allestito dalla carrozzeria "Coriasco" ha percorso più di 195mila chilometri, mentre il secondo, che ha un significatico problema di carrozzeria sulla fiancata è del 1994, allestito dalla "Carvin" segna una percorrenza superiore a 193mila chilometri. Entrambi sono con la revisione scaduta.

Oltre ai cinque veicoli, l'asta pubblica del Comune di Saint-Vincent presenta due canestri idraulici motorizzati da pallacanestro, alimentati elettricamente e funzionanti (cento euro di base d'asta) ed un'attrezzatura completa ad aria compressa (quindi senza pesi) per palestra, con tanto panche e vogatore, venduta in blocco a partire da 400 euro. Le attrezzature sportive sono state smantellate dalla palestra comunale dopo la messa a norma del palazzetto dello sport.

Inoltre, al prezzo di 250 euro l'uno, vengono venduti sei "Apple iPad" della terza versione del popolare tablet, quella venduta per soli nove mesi, dal marzo al novembre 2012, il primo con il "retina display": i modelli in vendita hanno sedici gigabyte di memoria interna, non espandibile, ma presentano la doppia connessione wi-fi e 4G.

L'asta è aperta a tutti, chiunque è interessato a partecipare dovrà far pervenire all'ufficio protocollo del Comune di Saint-Vincent, entro le ore 12 di giovedì 30 giugno, consegnando a mano o inviando una raccomandata, la propria offerta, secondo le regole spiegate nel bando e con il deposito cauzionale pari al dieci per cento del relativo importo.
L'apertura delle offerte avverrà, pubblicamente, venerdì 1° luglio alle ore 10, presso il Municipio di Saint-Vincent, dove si terranno, eventualmente, anche le licitazioni nel caso in cui due o più concorrenti abbiano presentato la stessa offerta.
L'aggiudicazione provvisoria, dopo la verifica della documentazione, verrà definita a favore delle migliori offerte ricevute che potranno essere anche inferiori alla base d'asta.

Le due auto hanno raccolto una ventina di interessati che si sono recati nell'area ex "Fera", sede dei magazzini comunali, a visionarle: decisamente meno interesse hanno riscontrato l'autocarro ed i due scuolabus. Quest'ultimi, se non verranno aggiudicati, verranno, con tutta probabilità donati al sindaco di un paese del Senegal, il quale, in visita in Valle, venuto a conoscenza dell'asta, dopo averli visti, si è detto disponibile ad accolarsi le spese di viaggio. In Africa potrebbero finire, se non venduti, anche i due canestri, mentre se le attrezzature e la "127" non verranno assegnati è molto probabile che vengano demoliti.

Qui la gallery fotografica dei veicoli e delle attrezzature messe all'asta dal Comune di Saint-Vincent:

timeline

podcast "listening"