Al Senato Albert Lanièce conferma il seggio: dietro di lui, Luciano Mossa e Paolo Sammaritani mentre resta più staccata Luisa Trione

redazione 12vda.it
Albert Lanièce con Elisa Tripodi

Il senatore uscente Albert Lanièce è stato confermato nel ruolo ma, rispetto ai 24.609 voti del 2013 ne ha riportati 15.958, con una percentuale del 25,76 per cento, che gli ha permesso di battere l'inaspettato avversario del "Movimento Cinque Stelle", il finanziere Luciano Mossa, che si è fermato a 14.398 preferenze, pari al 23,25 per cento.
Lanièce, che rappresenta la lista "Vallée d'Aoste - Progrés et tradition", coalizione tra Union Valdôtaine, Union Valdôtaine Progressiste, Partito Democratico ed "Edelweiss Popolare Autonomista Valdostano", non avrà però con lui a Roma la collega Alessia Favre, candidata per la Camera, che è stata battuta dalla "grillina" Elisa Tripodi.

Al terzo posto, con il 17,77 per cento dei voti, pari a 11.004 preferenze c'è l'avvocato Paolo Sammaritani della Lega, mentre Luisa Trione, candidata della lista "Per tutti, pour tous, pe tcheut", coalizione tra Alpe, Stella Alpina e "Pour Notre Vallée" è solo quarta, con il 15,59 per cento e 9.659 voti.
Orlando Navarra, candidato del "Centrodestra valdostano", coalizione tra Forza Italia, Fratelli d'Italia e "Movimento Nuova Valle d'Aosta", ha raccolto l'8,43 per cento delle preferenze, pari a 5.223 voti mentre si attestano a percentuali "familiari" i risultati di tutti gli altri candidati: Fabio Protasoni di "Risposta civica" supera di poco il tre per cento (3,09 per cento, 1.911 voti), mentre Alexandre Glarey di "Potere al Popolo" si ferma al 2,73 per cento con 1.688 voti.
I fanalini di coda sono Sonny Perino di "Casapound" con l'1,95 per cento e 1.207 voti ed Annita Prezzavento del "Partito Valore Umano" con l'1,44 per cento e 890 preferenze.

Le schede nulle sono il 4,64 per cento, ben 3.096, mentre quelle bianche sono il 2,48 per cento, 1.630.
 

 

 

ultimo aggiornamento: 
Lunedì 5 Marzo '18, h.05.10